version en français (.doc)
versión en español (.doc)
Ormai considerato uno dei chitarristi più interessanti della sua generazione, Claudio Marcotulli ha al suo attivo un curriculum di grande rilevanza artistica che lo pone sempre all’attenzione del pubblico e della critica ogniqualvolta si esibisce in concerto. Già fin dai primi anni di studio con M.Ialenti e M.Severi, mette in luce particolari qualità musicali e tecniche, vincendo tutti i concorsi nazionali per ragazzi della sua età ai quali partecipa, ed ottenendo ovunque unanimi consensi da parte del pubblico e delle giurie.
Si diploma con il massimo dei voti e la lode, al conservatorio “L.Cherubini” di Firenze sotto la guida del Maestro Alfonso Borghese; prosegue gli studi alla “Ecole Normale de Musique” di Parigi con il Maestro Alberto Ponce, dove ottiene nel 1983 la “Licence Supérieure d’Execution Musicale” e, l’anno seguente, il “Diplome Supérieur de Concertiste” con le felicitazioni della giuria presieduta dal Maestro Alexandre Lagoya.
Parallelamente alla Ecole Normale, segue corsi di perfezionamento con artisti di rinomanza internazionale quali A.Diaz, A.Lauro, J.Williams, e partecipa ad importanti concorsi internazionali vincendo, tra gli altri, il concorso “Città di Lecce” dedicato alla musica contemporanea nel 1981, il concorso “Ville de Carpentras”(Francia) nel 1983, il concorso “R.Bratoli” di Salon de Provence (Francia) nel 1984.
Decisiva, per la sua carriera concertistica sarà, nel 1984, la vincita del primo premio assoluto e premio speciale per la migliore interpretazione di opere del compositore F.Tarrega, al concorso “F.Tarrega” di Benicasim (Spagna), uno dei più importanti concorsi internazionali per chitarra al mondo.
In seguito a questa vittoria, ottiene tournées di concerti e registrazioni discografiche che lo consacreranno definitivamente nel panorama chitarristico internazionale.
La sua attività concertistica lo porta oggi ad effettuare regolari tournées in Francia, Spagna, Belgio, Svizzera, Germania, Romania, Israele, Cina, Messico, Giappone, USA, affrontando un repertorio che spazia dal recital solistico, alla musica da camera, ai concerti per chitarra e orchestra.
In qualità di solista, ha avuto occasione di esibirsi con orchestre quali l’Orchestra Internazionale d’Italia, l’Orchestra da Camera di Avignone, le Orchestra Sinfoniche di Iashi e Timisoara (Romania), l’Orchestra della GMI del Veneto, con direttori quali Donato Renzetti, Ennio Morricone, Ignacio Yepes, Christian Mandeal, Pedro Halfter, Diego Dini Ciacci, Ion Baciu, Alessio Vlad, Carmine Carrisi.
Ha collaborato in varie occasioni con l’Orchestra Internazionale d’Italia, accompagnando il tenore Luciano Pavarotti.
Ha collaborato inoltre nel 1995, con la Chamber Orchestra of Europe, nell’opera “Il Barbiere di Siviglia” di G.Rossini e nel 1999 con la “G.Malher Chamber Orchestra” nell’opera “Falstaff” di G.Verdi, in entrambe le occasioni, sotto la direzione del Maestro Claudio Abbado.
Discografia:
CD “Obras de F. Tarrega y V. Asencio”
CD “La Guitarra en la Opera”
CD “A. Vivaldi: concerti per chitarra e archi”
CD “Recital”
CD “N. Paganini: Chamber Works”
CD “Emilio Pujol: Works for Guitar”

EGT – Valencia
Opera Tres – Madrid
Opera Tres – Madrid
Symposium - Trento
Phoenix Classics (Treviso)
Dynamic (Genova)